La contabilizzazione manuale ed automatica dei corrispettivi telematici

 

eSOLVER Motori consente la contabilizzazione dei corrispettivi telematici sia in modalità manuale che automatica. Iniziamo però scoprendo cosa sono i Corrispettivi.

I corrispettivi sono i ricavi conseguiti da artigiani e commercianti al dettaglio, ovvero coloro i quali esercitano la loro attività di impresa in un negozio o tramite un e-commerce e vendono direttamente al pubblico. Artigiani e commercianti non hanno l’obbligo di emettere la fattura ogni transazione, a meno che il cliente non la richieda.

L’art. 17 del D.L. n.119/18 prevede due adempimenti differenti:

  • l’obbligo di memorizzazione giornaliera dei corrispettivi
  • La trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate entro i 12 giorni successivi

Tutti i soggetti che fino a qualche anno fa emettevano scontrini o ricevute fiscali per certificare i propri incassi, adesso dovranno utilizzare il Documento Commerciale, documento di natura non fiscale che viene emesso attraverso un registratore telematico (RT).

 

I corrispettivi telematici su eSOLVER Motori

eSOLVER Motori permette di gestire due modalità di registrazione:

  1. Manuale:
  • per mese
  • per giorno

La funzione consente di visualizzare movimenti di prima nota corrispettivi già caricati (manualmente o tramite la funzione di contabilizzazione corrispettivi telematici) e di gestirli tramite interrogazione, variazione o eliminazione degli stessi. Consente inoltre la creazione di nuovi movimenti di prima nota corrispettivi.

 

1 la contabilizzazione manuale ed automatica dei corrispettivi telematici

 

  1. automaticada file XML.

ESOLVER permette inoltre di acquisire e contabilizzare i file XML dei corrispettivi precedentemente scaricati dall’area riservata dell’Agenzia delle Entrate. Tramite infatti la funzione Flussi corrispettivi telematici, e utilizzando il comando presente sulla ribbon bar “Acquisisci corrispettivi”, si potranno acquisire i file precedentemente scaricati dal portale dell’Agenzia delle Entrate.

 

2 la contabilizzazione manuale ed automatica dei corrispettivi telematici

 

Successivamente all’acquisizione dei file, la funzione Contabilizzazione corrispettivi telematici propone i file corrispettivi che precedentemente sono stati acquisiti dalla funzione Flussi corrispettivi telematici.

 

3 la contabilizzazione manuale ed automatica dei corrispettivi telematici

 

Lo stato è attribuito in automatico dalla procedura con la seguente modalità:

  • verde (corrispettivo valido per la contabilizzazione) attribuito quando il corrispettivo ha tutti i dati obbligatori necessari per la contabilizzazione: tipo documento e registro IVA
  • rosso (corrispettivo non valido per la contabilizzazione) attribuito quando il corrispettivo non ha i dati tipo documento e registro IVA obbligatori per la contabilizzazione

L’importo del corrispettivo è calcolato in automatico dalla procedura in base alle informazioni presenti sul file XML. Una volta conclusi i relativi controlli, basterà utilizzare il comando “Contabilizza” presente in ribbon bar.

N.B. possono essere selezionati solo i corrispettivi con lo stato verde; se sono stati selezionati corrispettivi con lo stato rosso la procedura emette una segnalazione bloccante.

 

È presente infine un’integrazione con il portale dell’Agenzia delle entrate. La funzione “ACCEDI AL PORTALE” permette, utilizzando le credenziali indicate in configurazione della ditta, di effettuare l’accesso diretto all’area riservata del singolo contribuente.

La funzione “Richieste e Download massivi” permette invece di inoltrare all’Agenzia delle Entrate le richieste di download massivo dei Corrispettivi.

 

4 la contabilizzazione manuale ed automatica dei corrispettivi telematici 

Menu