Blog

La soluzione è verticale

Blog di eMotori

Benvenuti nel blog "La soluzione è verticale" a cura di Claudio Lo Presti

Ago08

eMotori all'EIMA International 2018

Categories // Software per concessionarie, Tutte le categorie

L'esposizione internazionale della meccanica agricola si terrà a Bologna dal 7 all'11 novembre 2018

eMotori all'EIMA International 2018

Protagonista dell'evento l'agricoltura 4.0 con una grande novità: un'area dedicata all'elettronica avanzata. Per la prima volta infatti uno spazio denominato "Digital" ospiterà 35 aziende del settore, delle quali 20 italiane e 15 di provenienza estera. Tra queste, presso il Padiglione 33 Ter, ci sarà anche eMotori.

Ago08

I magazzini verticali Modula e il motor trade

Categories // Tutte le categorie, Software per magazzino ricambi

Un magazzino verticale per ottimizzare la gestione dei ricambi: parliamo di Modula.

I magazzini verticali Modula e il motor trade

Modula presenta numerosi vantaggi.

Innanzitutto consente di risparmiare fino al 90% dello spazio a terra, perché le merci vengono stoccate in verticale. I cassetti interni hanno una tenuta di circa 990 chilogrammi e viene garantita anche la sicurezza degli operatori, oltre che dei beni. L’accesso al magazzino è regolata da avanzati sistemi di riconoscimento. Ciò di cui si ha bisogno è subito disponibile con un click, quindi è comodo e veloce. Modula ha inoltre un’ulteriore caratteristica: è in grado di dialogare con le soluzioni gestionali di eMotori.

Lug31

La digitalizzazione d'impresa nel settore automotive

Categories // Tutte le categorie, Software gestionali verticali

La digitalizzazione delle aziende è un passo necessario e riguarda anche il settore automotive.

La digitalizzazione d'impresa nel settore automotive

Trasformare un processo inefficiente e obsoleto in uno snello e funzionale fa davvero la differenza nell’era digitale, dove velocità e condivisione delle informazioni sono le sue principali caratteristiche. Nonostante sia facile a dirsi, questo cambiamento è in realtà difficile da realizzare. Il poter disporre di un’applicazione software specifica per le esigenze del proprio business, che unisca costi e tempi di realizzazione in linea con le diverse esigenze aziendali, non è un aspetto scontato né immediato. Questo rappresenta infatti uno dei motivi per cui la digitalizzazione delle aziende in Italia vada ancora a rilento.

L’approccio tipico delle imprese che vogliono digitalizzare i loro processi contempla tre alternative:

  • Applicazioni software “a pacchetto”. Il beneficio è che sono già pronte all’uso, la debolezza è che difficilmente si adattano alle specifiche necessità aziendali.
  • Applicazioni software dei grandi Vendor. Il beneficio è la promessa di riuscire a “fare tutto”, la debolezza è che sono molto costose e complesse, con tempi di messa in opera molto lunghi e per le quali si è costretti a pagare una serie di utilizzi non contemplati nella realtà del proprio business.
  • Applicazioni “su misura” sviluppate da zero. Il beneficio è che si adatteranno alle proprie necessità, la debolezza deriva da costi e tempi incerti, lunghi e quasi certamente maggiorati rispetto alle aspettative iniziali.

Ogni alternativa presenta dei punti di forza, che purtroppo molte volte sono superati dai punti di debolezza; il risultato è che spesso le aziende rimangono ferme, rimandando i propri progetti di digitalizzazione.

Una via di uscita è l’adozione di un gestionale verticale come eSOLVER per i Motori, già pronto per gestire le specificità dei processi di magazzini, officine, autosaloni e concessionarie di tutti i tipi di veicoli.

Lug25

Banca dati EurotaxGlass’s: dettagli e caratteristiche

Categories // Tutte le categorie, Software per officina

La banca dati Tagliandi e Tempari EurotaxGlass’s è integrata alla soluzioni gestionale eSOLVER per i Motori.

Banca dati EurotaxGlass’s: dettagli e caratteristiche

Alle officine (sia generiche che autorizzate) EurotaxGlass's fornisce tutti i dati aggiornati e affidabili per poter fare il calcolo dei lavori di riparazione, messa a punto e manutenzione di più di 340mila veicoli di diverso tipo: automobili, commerciali e fuoristrada.
Mentre per le attività dei distributori di ricambi rappresenta l’opportunità di offrire un servizio in più alle officine clienti, indicando i tempi di riparazione consigliati per i vari articoli.

Sono due le funzionalità principali di EurotaxGlass’s:

  • i tagliandi;
  • i tempari.

Tagliandi

Grazie a questa funzione è possibile avere subito a disposizione i tagliandi e i servizi di manutenzione indicati dalle aziende costruttrici di automobili. Inoltre offre la possibilità di visualizzare i tempi standard per ciascun tagliando, tutti i componenti di cui si ha bisogno e una sorta di check-list delle varie attività da portare avanti per poter realizzare il tagliando.

Tempari

Grazie a questa funzione si possono calcolare i tempi sia di manutenzione che di riparazione e montaggio degli articoli usati per auto, SUV e veicoli commerciali.

Grazie al supporto delle banche dati multiple integrate, eSOLVER per i Motori offre l’opportunità di visualizzare, tramite un unico software, informazioni di diverso tipo usando la nomenclatura EurotaxGlass’s e TecDoc. Potrai conoscere veolcemente e da una sola schermata:

  • quanti ricambi utilizzare per una lavorazione;
  • i prezzi di ogni articolo;
  • il codice originale dell’articolo o gli alternativi.
Lug18

La piattaforma E-COMMERCE B2B di eMOTORI si aggiorna

Categories // Tutte le categorie, Software gestionali verticali, Software per magazzino ricambi

ECCO IN ANTEPRIMA TUTTE LE NOVITA’ DELL’AGGIORNAMENTO

La piattaforma E-COMMERCE B2B di eMOTORI si aggiorna

Nel mese di luglio 2018 avverrà il rilascio dell’aggiornamento della soluzione eMotori E-Commerce B2B, la piattaforma per il commercio elettronico utilizzabile con qualsiasi procedura gestionale e integrabile nativamente con il gestionale eSOLVER per i Motori per potenziarne ulteriormente le prestazioni.
La versione 18.07 della piattaforma prevede l’inserimento di numerose funzionalità e parametrizzazioni su diverse aree:
Nuove modalità di ricerca
Nuovi parametri per utente
Nuovi parametri giacenza
Nuove funzioni.

Lug11

Certificato di conformità per concessionaria, tutti i dettagli

Categories // Software per concessionarie, Tutte le categorie

Il certificato di conformità (conosciuto anche con le sigle C.O.C., COC o CDC) è un titolo che attesta la proprietà di un autoveicolo nuovo prima dell'immatricolazione.

Certificato di conformità per concessionaria, tutti i dettagli

Rappresenta una dichiarazione di conformità UE per auto, autocarri e moto.
Questo documento viene rilasciato al concessionario dalla casa madre nel momento in cui acquista l'auto e garantisce la libera circolazione dell’automobile all'interno dell'UE. È stato infatti introdotto dalla Direttiva sulle omologazioni EC-92, con un duplice obiettivo: abbattere quelle barriere che ostacolavano il libero movimento di prodotti all’interno degli stati membri e uniformare gli standard tecnici, ambientali e anche automobilistici.
Il certificato di conformità contiene informazioni sul veicolo, il suo numero di omologazione, dettagli tecnici e altri dati secondo il Regolamento UE.
Di norma è detenuto da una banca delegata dalla casa madre. Nel momento in cui la concessionaria procede al pagamento del veicolo, il certificato viene rilasciato in modo che la concessionaria stessa possa immatricolarlo e venderlo successivamente al cliente. Questo documento è quindi fondamentale per poter commercializzare le automobili, ma non può essere rilasciato:

  • a un veicolo che non dispone di un'omologazione europea (CE) , come ad esempio le auto destinate ad altru mercati;
  • a veicoli prodotti prima dell'applicazione delle norme europee;
  • a veicoli allestiti.
Lug04

Fatturazione elettronica, l'obbligo dal 1 gennaio 2019

Categories // Tutte le categorie, Software gestionali verticali

L’obbligo della fatturazione digitale sarebbe dovuto scattare il 1 luglio 2018 per i distributori di benzina e gasolio, secondo quanto riportato nella Legge di Stabilità 2018.

Fatturazione elettronica, l'obbligo dal 1 gennaio 2019

Un decreto legge varato dal Consiglio dei Ministri il 27 giugno 2018 ha invece posticipato l’obbligo al 1 gennaio 2019, così come richiesto dalla categoria dei benzinai. Con l’abolizione della scheda carburante infatti sarebbe diventato necessario emettere la fattura elettronica nei confronti dei professionisti e dei conducenti di mezzi aziendali e richiedere pagamenti tracciabili, per poter usufruire della detraibilità dell’iva e della deducibilità del costo. Uno scenario per cui i distributori necessitano di più tempo per adeguarsi e che ha portato quindi alla proroga.

Giu27

L'ordine di lavoro in officina: tutti i vantaggi

Categories // Tutte le categorie, Software per officina

Uno degli strumenti indispensabili in officina è l’ordine di lavoro o commessa, che segue solitamente il preventivo accettato dal cliente.

L'ordine di lavoro in officina: tutti i vantaggi

Su questo documento vanno riportati tutti i dati relativi al cliente e al veicolo (come il modello, la targa e il telaio, i km in entrata, data di immatricolazione e di revisione), oltre alle riparazioni da effettuare e il costo della manodopera.

L’ordine di lavoro (o commessa di accettazione) rappresenta un vero e proprio accordo tra l’officina e l’automobilista. In questo modo l’officina si impegna a eseguire il lavoro secondo quanto stabilito; mentre il cliente, dopo averlo firmato, conosce già quale tipo di manutenzione o riparazione sarà fatta sulla propria auto e a quanto ammonta la spesa da affrontare. Ogni altro intervento non previsto dovrà essere infatti tempestivamente comunicato dagli operatori al proprietario del veicolo.
Inoltre la commessa rappresenta anche uno storico dei lavori eseguiti su uno specifico mezzo, da consultare nel caso ci sia necessità.

Giu20

Come gestire i resi dei ricambi

Categories // Tutte le categorie, Software per magazzino ricambi

Per ogni acquisto effettuato in un negozio fisico oppure in un e-commerce la legge prevede la “garanzia legale” secondo il Decreto Legislativo 24/2002.

Come gestire i resi dei ricambi

Questo permette all’acquirente di essere tutelato nel caso in cui ciò che ha acquistato manifesti dei difetti e dà delle direttive al venditore sul come gestire i resi.

Cosa avviene con i resi rispetto a chi commercializza autoricambi? I protagonisti infatti sono diversi: l’automobilista, il meccanico, il ricambista, il distributore e la ditta produttrice. Gli aspetti poi di cui tener conto sono due: il bene -in questo caso il ricambio- e la spesa.
Ma il reso non è solo quello per difetto: può succedere che venga richiesto dal meccanico al ricambista per un errore negli ordini. In questa evenienza si trova solitamente un accordo.

Analizziamo ora i possibili scenari nel caso ci sia un reclamo.

Giu11

La vendita di veicoli usati e l'IVA a regime del margine

Categories // Tutte le categorie, Software per autosaloni

Quali sono gli adempimenti burocratici che riguardano la vendita di auto usate? In questo post facciamo chiarezza per quanto riguarda il versamento dell’IVA, che può avvenire secondo il regime del margine.

La vendita di veicoli usati e l'IVA a regime del margine

Innanzitutto è necessario sottolineare cosa si intenda per “veicolo usato”: ci sono due casi a cui fare riferimento.

Il primo riguarda lo scambio intracomunitario tra due soggetti passivi d’imposta, secondo l’articolo 36, comma 10, Dl 41/1995. Tutti gli autoveicoli destinati al trasporto di persone o cose, con motore di cilindrata superiore a 48 cc. oppure con potenza superiore a 7,2 kw possono considerarsi “beni usati” se queste due condizioni sono entrambe presenti:

  • hanno percorso più di seimila chilometri;
  • la cessione è avvenuta dopo il termine di sei mesi dalla data del provvedimento di prima immatricolazione o di iscrizione in pubblici registri.

In caso contrario, l’autovettura è da considerarsi nuova.

Il secondo caso invece riguarda la cessione di veicoli all’interno dei confini nazionali, che possono considerarsi usati se considerati beni suscettibili di reimpiego, nello stato originario o previa riparazione.
La commercializzazione di queste auto prevede l’applicazione del regime del margine se sono state acquistate secondo queste 4 opzioni:

  • da un privato;
  • da un operatore economico che non ha applicato il suo diritto alla detrazione;
  • da un soggetto passivo d’imposta comunitario in regime di franchigia nel proprio Stato membro;
  • da un soggetto passivo che ha a sua volta applicato il regime del margine.

Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Per saperne di più sui cookie approfondisci.

Accetto i cookies da questo sito.